Cerotti alla nicotina: cosa sono, come funzionano e effetti sul fumatore

I cerotti alla nicotina sono simili a dei normali cerotti che però hanno la particolarità di contenere la nicotina, la sostanza che induce la dipendenza al fumo di tabacco, che viene rilasciata lentamente attraverso la cute.

La nicotina è una potente sostanza stupefacente in grado di generare sin dalle prime assunzioni una forte dipendenza in chi l’assume attraverso il fumo.

La nicotina infatti agisce a livello cerebrale aumentando il numero dei recettori nicotinici coinvolti nella regolazione dell’umore.

I cerotti per smettere di fumare aiutano il paziente a non subire tutti gli effetti collaterali dell’astinenza come ansia, nervosismo, depressione e attacchi di bulimia.

I cerotti alla nicotina sono un valido sostegno per smettere di fumare perché si assume nicotina, ma allo stesso tempo si evita tutta le gestualità legata al fumo di tabacco quali inspirare fumo.

Quando si fuma, la nicotina raggiunge rapidamente il cervello, mentre quella rilasciata dai cerotti impiega più tempo.

Una particolarità è la durata di somministrazione che evita i picchi di nicotina tipici di chi fuma.

I cerotti alla nicotina sono un’ottima strategia per iniziare il percorso di disintossicazione in quanto si evitano le crisi di astinenza, si inizia a recidere i legami con il fumo e soprattutto si evitano tutte le sostanze cancerogene contenute nel fumo.

Anche se la nicotina non è una sostanza innocua, il suo effetto sulla salute è minore se paragonato con gli altri componenti generati dalla combustione del tabacco come benzene, metalli e pesanti e monossido di carbonio.

La nicotina liberata dal cerotto infatti è priva degli agenti inquinanti appena elencati.

La terapia sostitutiva comunque necessita di un impegno concreto da parte del fumatore, il cerotto riduce gli effetti fisici della dipendenza, ma quelli mentali restano e sono anche i più difficili da superare.

Come funzionano i cerotti alla nicotina

cerotti alla nicotinaI cerotti alla nicotina sono facili da utilizzare, sicuri ed efficaci rispetto ad altri metodi, tuttavia serve impegno e determinazione perché da soli non possono fare miracoli.

La terapia è piuttosto semplice, attraverso il cerotto contenente nicotina si somministrano quantità prestabilite di nicotina, durante l’utilizzo è necessario non fumare altrimenti si rischia il sovradosaggio.

La dose di nicotina somministrata è inferiore rispetto a quella delle sigarette, dose che va scalata, la terapia infatti prevede l’utilizzo di cerotti a diverse concentrazioni.

Il cerotto viene applicato direttamente sulla cute in una zona priva di peli come ad esempio sul collo o vicino l’ascella, si raccomanda di cambiare zona di applicazione ogni giorno.

La durata della terapia non deve superare le 8 settimane, si consiglia di seguire le indicazioni del medico.

Il cerotto è progettato in maniera tale che va cambiato ogni giorno.

Esistono due tipologie, il cerotto da 16 e da 24 ore, che comunque hanno lo stesso effetto.

Se fumi più di 10 sigarette al giorno si consiglia di iniziare con i cerotti da 21 mg in 24 ore, se fumi un numero inferiore di 10 prova il cerotto da 14 mg sempre in 24 ore.  Se preferisci il cerotto da 16 ore, i forti fumatori dovrebbero comprare quello da 15 mg, mentre gli altri quello da 10 mg.

Queste sono le linee guida dell’azienda Nicorette per l’applicazione dei suoi cerotti:

  • Lavarsi accuratamente le mani prima di usare il cerotto transdermico.
  • Aprire la confezione con delle forbici seguendo la linea tratteggiata e prelevare il cerotto transdermico.
  • Togliere la pellicola protettiva.
  • Fissare il cerotto sulla cute, pulita, asciutta e sana, su una parte del tronco, della parte superiore del braccio, dell’anca o del petto senza peli.
  • Esercitare una forte pressione sul cerotto transdermico per 10‑15 secondi.
  • Con la punta delle dita esercitare pressione sui bordi del cerotto transdermico per assicurarsi che aderisca saldamente.
  • Se il cerotto transdermico si stacca, applicarne uno nuovo. L’utilizzo di oli o talco può compromettere l’adesione del cerotto transdermico.
  • In seguito, lavarsi bene le mani affinché la nicotina non possa venire a contatto con gli occhi. Cambiare il cerotto transdermico tutti i giorni, applicandolo sempre in una nuova posizione. Ciò riduce l’insorgere di reazioni cutanee.

Dove si comprano i cerotti alla nicotina e quanto costano

Puoi comprare i cerotti alla nicotina in farmacia o in drogheria senza prescrizione medica.

I prezzi per la terapia sono variabili a seconda del tipo e dalla marca che acquisti.

Seguendo i consigli dei foglietti illustrativi, i forti fumatori (numero sigarette al giorno >15 ) inizieranno per il primo mese con i cerotti da 21 mg, il secondo mese passeranno a 15 mg e l’ultimo a 10 mg.

I fumatori lievi  (numero sigarette al giorno < 15 ) possono iniziare direttamente con 15 mg.

Da una ricerca online, vediamo che 7 cerotti Nicorette da 15 mg e 10 mg costano entrambi 37 euro, calcolando quindi il prezzo unitario di un cerotto di 5,2 euro.

5,2 euro moltiplicato per i 90 giorni di cura genera una spesa totale di 475 euro spalmati su tre mesi.

La stessa somma che spenderesti per comprare un pacchetto di sigarette al giorno con la differenza che qui inizi un percorso verso una vita migliore.

Chi vuole risparmiare circa il 40% può optare per la marca Niquitin che vende 7 cerotti al prezzo di 20 euro, con il risparmio di 17 euro a confezione.

I cerotti per smettere di fumare funzionano?

I vantaggi principali dei cerotti alla nicotina sono la loro facilità di utilizzo, riducono gli effetti dell’astinenza da nicotina, non contengono le sostanze cancerogene delle sigarette e non hanno particolari contraddizioni se non quelle classiche per malattie pregresse e stato di gravidanza.

Rispetto alle gomme da masticare alla nicotina inoltre non provocano dolori gastrointestinali.

Se l’utilizzo dei cerotti è accompagnato da un sincero desiderio di smettere di fumare una volta per tutte, possono in effetti essere dei buoni aiutanti per il paziente.

Tuttavia, secondo la mia esperienza pregressa, non esistono metodi di sostituzione efficace se non si passa da una modificazione sostanziale dell’idea del fumo.

Anche se aiutano a smettere nell’immediato, il solo modo per evitare le ricadute è quello di liberarsi dal desiderio del fumo eliminando tutti i falsi miti che ci legano alla dipendenza del fumo.

La nicotina è una droga, è possibile sconfiggere la dipendenza fisica molto velocemente, ma la mente è più complessa e pertanto servono dei percorsi di crescita personale individuali.

Effetti collaterali dei cerotti per non fumare

Nonostante siano prodotti generalmente sicuri e privi di effetti collaterali, in alcuni individui si possono manifestare lievi reazioni cutanee, o peggio allergiche, nel punto di adesione del cerotto.

Se ciò dovesse avvenire, sospendi il trattamento e consulta il parere di un medico.

Attenzione a non lasciare i cerotti alla portata dei bambini.

Alcuni effetti collaterali individuati in alcuni soggetti sono vertigini, nausea, insonnia e giramenti di testa.

Il sovradosaggio comporta effetti collaterali quali nausea, salivazione eccessiva, diarrea, dolori addominali, sudorazione, mal di testa, vertigini, disturbi all’apparato auditivo e debolezza generale.

Le donne che sospettano la gravidanza oppure sono in allattamento dovrebbero smettere di fumare senza assumere nicotina.

Se hai malattie cardiache, diabete e altri disturbi, contatta il medico di famiglia.

Questi avvertimenti non devono comunque spaventare, i cerotti alla nicotina sono un valido aiuto per smettere di fumare.

Cerotti alla nicotina: considerazioni finali

Nei miei numerosi tentativi per smettere di fumare non ho mai utilizzato i cerotti perché ho sempre preferito la sigaretta elettronica e le gomme da masticare.

Ora ho smesso con il mio nuovo metodo che non prevede sostitutivi, tuttavia credo che tra i vari metodi disponibili i cerotti siano uno dei migliori perché è totalmente slegato al gesto del fumo.

La sigaretta elettronica non elimina nulla della dipendenza fisica e mentale, è solo un’ipotetica riduzione del danno tutta da dimostrare (infatti la scienza è divisa al riguardo), le gomme sono una via intermedia, mentre i cerotti spazzano via i gesti di assunzione.

Tra i tre, ti consiglio di usare i cerotti.

Alessandro

Dimmi quello che pensi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.