Smettere di fumare: i primi giorni sono i più facili da gestire

I primi giorni senza fumare sono i più facili da gestire.

Questa affermazione forse non ti troverà d’accordo, ma se avrai la pazienza di leggere tutto l’articolo ti spiegherò il mio punto di vista.

Io credo infatti che la vera difficoltà di smettere definitivamente arriva dopo circa uno due mesi aver smesso.

Le persone fumano perché hanno paura che senza sigaretta la loro vita perda di valore.

Diamo infatti molta importanza alla sigaretta, la consideriamo la nostra compagna di vita che ci sostiene nei momenti di difficoltà e ci premia nei momenti di gioia.

Non è forse così?

Tuttavia, conosciamo i rischi legati al fumo, sappiamo bene che fumare ci uccide.

Certo, la mente umana è brava ad ingannare se stessa spostando i problemi in un futuro ignoto e lontano e ricercando il piacere generato dalla nicotina.

Fumare è una dipendenza vera e propria, la nicotina agisce negli strati più profondi della nostra mente, siamo così condizionati dal vizio che non ce ne rendiamo nemmeno conto.

Continuiamo a fumare nonostante i nostri abiti puzzino, che il nostro alito sia disgustoso, il nostro respito affannoso e la tosse continua, lo facciamo perché non abbiamo il coraggio di affrontare il problema, abbiamo paura degli effetti collaterali dell’astinenza ignoranto le conseguenze a lungo termine del fumo.

Io voglio aiutarti a smettere di fumare, voglio aiutarti a gestire i primi giorni senza fumare. Insieme possiamo farcela.

Perché è facile smettere di fumare i primi giorni

smettere di fumare primi giorniPremetto che ho fumato pesantemente solo nella fase iniziale durata circa 5 anni, sin da giovane ho da subito ridotto le sigarette fumate perché ho presto sentito i sintomi su me stesso.

Nella mia lunga carriera a fasi alterne da fumatore, ho sempre pensato che i primi giorni lontano dalla sigaretta siano i più facili da gestire.

Il motivo è semplice, quando fumiamo la nostra vita fa schifo, abbiamo la voce rauca, una tosse fastidiosa, i nostri abiti puzzano, abbiamo poca energia e soprattutto abbiamo quella sensazione latente di ipocondria e paura per colpa del nostro fumare.

Quando fumiamo infatti assumiamo migliaia di sostanze tossiche, ne siamo consapevoli, e pertanto abbiamo paura di doverne pagare le conseguenze.

E’ un fatto che il fumatore è una persona molto più insicura rispetto ad un non fumatore, il fumatore non è stupido, un fumatore è semplicemente una persona caduta in una tossicodipendenza difficile da togliere.

In un quadro generale di questo livello, smettere di fumare è piuttosto facile.

Appena si abbandona la sigaretta, il tuo corpo ti ringrazierà donandoti molta più energia.

Il primo giorno senza fumo sarà una liberazione, finalmente i tuoi polmoni potranno ritornare a respirare aria pulita, ti sentirai subito meglio.

Ti chiedi anche come facevi ad aspirare quel mix tossico di veleni appena sveglio, ti sembrerà di rinascere, la paura di una malattia incurabile svanirà dalla tua mente, ti sentirai subito meglio.

Questa sensazione di ritrovata serenità ti accompagnerà i primi giorni senza veleno, il problema vero si ripresenterà quando il tuo organismo si sentirà meglio, quando respirerà bene e avrà energia, quando la tua mente dirà: visto che ora stiamo bene, perchè non concederci un premio?

Perché non fumare una sola sigaretta?

Se ho smesso una volta, posso rifarlo quando voglio!!!

Eccoti ancora una volta dentro il tunnel del vizio.

Io ho vissuto questa fase per anni, mesi di fumo, un paio di settimane di libertà, ricadute, il ciclo ricomincia.

Benefici immediati di smettere di fumare

I benefici immediati di smettere di fumare sono noti e forniti dalla scienza sotto forma di numerose ricerche scientifiche.

Se per primi giorni  consideriamo la prima settimana senza fumo, vediamo che in soli 7 giorni i cambiamenti nel nostro corpo sono immediati.

Dopo appena 20 minuti la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca ritornano ai valori normali. Il livello di nicotina nel sangue diminuisce facendo ripartire il meccanismo del desiderio. questo è il motivo per cui la mattina appena sveglio il desiderio di fumare è più forte.

Dopo 8 ore infatti il livello di nicotina si  è ridotto a circa la metà facendo aumentare i sintomi d’astinenza quali ansia e nervosismo. Il monossido di carbonio, una delle sostanze più tossiche del fumo di sigaretta, è diminuito facendo quindi aumentare il livello di ossigeno nel sangue.

Dopo 24 ore il monossido non c’è più e l’emoglobina riacquista la sua capacità di legarsi all’ossigeno riportanto il livello nella norma.

Il sistema di pulizia dell’apparato respiratorio costituito dalle microciglia riprende a funzionare, serviranno mesi prima che si riprenderà del tutto, ma l’azione di pulizia riparte.

Dopo 48 ore l’organismo è libero dalla nicotima, i sensi migliorano e ti sentirai meglio, in questa fase il pericolo di ricadute è maggiore. Potresti avere una leggera tosse sintomo che i tuoi polmoni ritornano a funzionare.

Dopo 1 settimana il tuo cervello si sta abituando a questa nuova condizione di libertà dalla nicotina, ti senti alla grande, sei felice del traguardo, non senti più la fatica di quando fumavi. Finita la fase acuta, inizia ora la parte più difficile di libertà dal fumo.

Per approfondire, leggi i benefici di smettere di fumare.

Come smettere di fumare primi giorni

Il fumatore conosce bene i rischi legati al suo vizio di fumare, nonostante ciò contunua a farlo perché ha paura di non poter vivere senza la sua amata odiata sigaretta.

Se sei capitato qui immagino che anche tu, come me in passato, sia un fumatore voglioso di smettere di fumare una volta per tutte.

Tuttavia hai paura a farlo perché non sai come gestire i primi giorni liberi dalla schiavitù delle sigarette.

Qui di seguito ti do tutti i consiglio che conosco per aiutarti in questa fase iniziale.

Ricorda, non è la fase più difficile, il tuo corpo è intossicato e lo sai, passare anche un solo giorno senza fumo ti donerà forza e serenità.

  • Bere molta acqua

La nicotina viene smaltita dal corpo attraverso le urine, più acqua bevi e più rapidamente ti liberi della sostanza riducendo i tempi di smaltimento.

L’acqua inoltre è un inibitore del desiderio di fumare

  • Concentrati sulle sensazioni positive

Gli effetti immediati si fanno sentire subito, conosci bene la sensazione in bocca appena ti svegli al mattino, quella secchezza delle fauci e il sapore disgustoso. Dopo un solo giorno senza fumo noterai il cambiamento, ti sentirai più energico e attivo.

  • Evitare alcol 

L’alcol è associato con il vizio del fumo, in questi primi giorni cerca di limitarti perché l’alcol riduce l’autocontrollo mentale nelle persone.

  • Lavati spesso i denti

Il sapore del dentifricio in una bocca pulita riduce sensibilmente il desiderio di fumare. Probabilmente come fumatore lo avrai già notato su te stesso in passato.

  • Respira dalle dita

Io ho usato questa tecnica traendone enorme beneficio. Quando vuoi fumare porta le due dita vicino alla bocca come se tenessi in mano una sigaretta e aspira profondamente fino a che non ti girerà un po’ la testa dall’eccesso di respirazione. Inganna la mente.

  • Scrivi un diario

Quando ti assale il desiderio, mettiti a scrivere circa le tue sensazioni, analizza i tuoi pensieri e occupa la mente, dopo pochi minuti il desiderio svanirà.

  • Fai sport

In un modo o in un altro dovrai pure sfogare lo stress accumulato e l’attività fisica è il miglior modo per sfogarti e non pensare alla sigaretta.

  • Fai una vita attiva

Passare le giornate seduto sul divano ad osservare il pacchetto di sigarette non ti aiuterà di certo, vai al cinema, esci, lavora, creati un hobby, distraiti con nuove passioni.

  • Mangia molta frutta e verdura

Modificare la dieta aiuta a smettere perché da maggiore consapevolezza al fumatore, ci sono inoltre alcuni alimenti inibitori del desiderio perché contengono naturalmente nicotina come pomodori, melanzane e patate.

  • Evita le situazioni negative

L’ansia e il nervosismo nei primi giorni aumenta, cerca di isolarti un po’ dallo stress, prenditi una vacanza, immergiti nella natura, respira a pieni polmoni, pensa al tuo respiro quando ti stai innervosendo, se qualcosa ti fa arrabbiare, non alimentare la rabbia, evitala.

  • Non pensare agli amici fumatori

Tutti hanno almeno un amico che si disinteressa della propria salute fumando come una ciminiera, se il pensiero corre verso lui, allontanalo e pensa ad tuo amico che al contrario non ha mai fumato.

Tosse dopo aver smesso di fumare

La tosse dopo aver smesso di fumare è uno degli effetti collaterali più fastidiosi, ma capendone le cause non ti darà poi così fastidio.

Per anni hai immesso gas velenoso nel tuo sistema respiratorio, ora gli dai la possibilità di riprendersi e la tosse è il suo metodo per farlo.

Il fumo disattiva il sistema cigliare di pulizia, senza fumo riprende a funzionare ripulendo i polmoni dal catrame e dalle altre sostanze.

Questo meccanismo genera catarro e quindi tosse che verrà usata per espellere all’esterno le sostanze irritanti del fumo.

Aiuti per smettere di fumare

Esistono diversi metodi di supporto per smettere di fumare come i sostitutivi alla nicotina, l’ipnosi e l’agopuntura.

Io ti consiglio di smettere facendo solo appoggio sulla forza della tua mente e sulla rinnovata capacità di vedere la tua vita senza fumo.

Sostituire la sigaretta con altri vizi è una strategia a breve respiro, il cambiamento di atteggiamento nei confronti della sigaretta è il solo mezzo per dire addio definitivamente alle bionde.

Smettere di fumare primi giorni: considerazioni finali

Secondo la mia esperienza personale, gestire i primi giorni di astinenza è la parte più facile del processo di liberazione perché il tuo corpo ha veramente bisogno di un periodo di riposo dal fumo.

Sei intossicato e lo sai, il sapore disgustoso in bocca e il fischio del tuo respiro sono i segnali del tuo organismo per chiederti pietà e riposo dal fumo.

Una persona per essere felice deve prestare attenzione alla salute, si dice che siamo quello che mangiamo, in verità siamo anche quello che respiriamo.

Non ti servirà a molto mangiare bene se poi ti intossichi con i veleni del fumo, l’equilibrio deve essere globale.

Ricorda, mens sana in corpore sano

Alessandro

8 Comments

  1. Laura Francesconi Agosto 28, 2017
    • Alessandro Settembre 1, 2017
  2. Francesco Settembre 14, 2017
    • Alessandro Settembre 14, 2017
  3. Anna Fabbricatore Ottobre 2, 2017
  4. Stefano Dicembre 12, 2017
    • Alessandro Dicembre 14, 2017
  5. Christian Garau Aprile 3, 2020

Dimmi quello che pensi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.